Tumore dell’ano: Cause, sintomi e metodi di guarigione alla malattia

Ecco quali sono i sintomi del tumore dell'ano, le sue cause e i metodi da utilizzare per riuscire a sconfiggere la patologia.

0
980
tumore dell'ano

Il tumore dell’ano è una malattia che si basa sull’incontrollata proliferazione di alcune cellule del tratto terminale dell’intestino. Tra i fattori di rischio che possono favorire lo sviluppo della malattia vi sono alcune infezioni da parte di ceppi di HPV ad alto rischio oncogeno (Papilloma virus umano), le pregresse patologie ano-rettali o genitali (come le emorroidi, le fistole, i condilomi, le ragadi e le altre neoplasie), l’abitudine al fumo e l’età avanzata.

Tra i sintomi del tumore all’ano vi sono le alterazioni dell’alvo, il bruciore anale, la diarrea, il dolore al coccige, il dolore anale, l’emorragia gastrointestinale, le feci nastriformi, il gonfiore in sede anale, i linfonodi ingrossati, il mal di stomaco, la mucorrea, il prolasso rettale, il prurito anale, il sangue dall’ano, il sangue nelle feci, la stitichezza, il tenesmo rettale, le ulcere cutanee.

Tali sintomi tendono a non comparire nella fase iniziale della malattia, ma successivamente. All’inizio compaiono il dolore e il sanguinamento rettale, accompagnati da prurito, dalla sensazione di corpo estraneo o di un peso, da perdite muco-sierose o siero-ematiche dall’ano.

Il tumore all’ano si diagnostica da uno specialista grazie all’ispezione e all’esplorazione dell’ano, usati entrambi dal medico per individuare la presenza di eventuali noduli. Inoltre, vengono eseguite indagini strumentali, come la rettoscopia con biopsia della lesione, la colonscopia, la TAC o la RM.

Il tumore dell’ano si può curare grazie a trattamenti efficaci come l’asportazione chirurgica o la combinazione di radio e chemio terapia, trattamenti utili che vanno effettuati con cautela, in base allo stadio del tumore e ad altri fattori. Anche il successo del trattamento dipende dalla sede e dallo stadio del tumore: ad esempio, la risposta al trattamento sarà differente se il tumore è confinato all’ano o se si è diffuso ad altri organi; inoltre, la risposta dipende anche dalle condizioni di salute generali del paziente.