Sesta malattia o roseola infantum: i sintomi della malattia esantematica

I sintomi di questa malattia esantematica.

0
161
sindrome di rett
Fonte web: ImagesBG

Per sesta malattia o roseola infantum (o esantema critico o esantema subitum) si intende una malattia esantematica, così nominata perché è stata la sesta malattia esantematica a essere identificata.

Si tratta di una malattia che non ha una stagionalità precisa e che quindi può presentarsi nell’arco di tutto l’anno. La stessa malattia è causata da un’infezione virale da HHV-6B e colpisce bambini tra i 6 e i 24 mesi, ma esistono vari casi in cui tale malattia si è presentata in soggetti di età superiore ai due anni o addirittura in età adulta. Risulta davvero difficile, invece, che ad ammalarsi siano i neonati di età inferiore ai 6 mesi, in quanto, se ancora allattati al seno dalla madre, sono protetti dagli anticorpi materni.

Le manifestazioni della sesta malattia non è detto compaiano appena il virus colpisce l’organismo del soggetto. Talvolta, la malattia può comparire a distanza di tempo, poiché il virus che ne è responsabile rimane latente nell’organismo infettato, provocandone quindi la riattivazione nel caso in cui il soggetto abbia il sistema immunitario compromesso.

Tra i sintomi della sesta malattia vi sono la diarrea, il catarro, la gola rossa, il raffreddore, il malessere generale. Una volta scomparsa la febbre, può comparire un esantema maculo-papuloso roseiforme, cioè delle macchioline di colore rosa pallido lievemente rialzate, attorno alle quali compare un alone biancastro, che parte dal tronco e si estende al collo e agli arti, a esclusione di mani piedi e volto.

L’eruzione cutanea non è particolarmente pruriginosa e dura poco, ma a volte possono presentarsi anche le cosiddette macchie Nagayama, papule eritematose che compaiono su palato molle e ugola. La sesta malattia può causare disturbi talmente lievi, specialmente nella fase iniziale. Al contrario, quando i sintomi si manifestano in modo evidente, può essere confusa con altre malattie esantematiche come il morbillo e la rosolia.