Ci troviamo nel bel mezzo della cosiddetta BELLA stagione, la cui preoccupazione principale è proprio il SOLE, tanto piacevole e prezioso quanto pericoloso e dannoso. Perché è così importante proteggersi dal sole?

Il sole è un grande alleato dell’organismo umano infatti contribuisce al buonumore e al benessere delle persone, regala una buona dose di vitamina D essenziale per
l’assorbimento del calcio e la cura delle ossa ed è di grande aiuto per il trattamento di alcune malattie della pelle come psoriasi, eczemi e dermatiti.
Tuttavia gli effetti nocivi non sono pochi e bisogna limitarli al massimo proteggendosi con creme solari dotate di SPF (fattore di protezione) elevati e non
esponendosi direttamente al sole nelle ore tra le 11 e le 16 del giorno.

I principali effetti dannosi causati dal sole sono:

  • eritemi solari e scottature che possono trasformarsi in vere e proprie ustioni: molto più pericolosi e comuni in soggetti con carnagione lattea/rossastra e occhi
    chiari o verdi;
  • discromie e macchie cutanee che compaiono in età adulta per esposizioni prolungate ai raggi ultravioletti solari o artificiali, più facilmente riscontrabili in
    seguito o durante trattamenti con anticoncezionali o in gravidanza;
  • tumori della pelle che si suddividono in: carcinomi basocellulari e spinocellulari, con crescita molto lenta e raramente con metastasi, e melanomi, la forma più
    grave di tumori poiché possono dar luogo con maggiore frequenza a metastasi, nella maggior parte dei casi letali;
  • rughe dovute all’assottigliamento della pelle, che si presenta avvizzita, ruvida, disidratata, privata della sua struttura e anelastica, con conseguente invecchiamento precoce;
  • problemi alla vista: le radiazioni UV, infatti, possono causare importanti danni alla cornea, alla retina e al cristallino con sintomi quali dolore corneale, fotosensibilizzazione, lacrimazione e spasmo delle palpebre. Perciò usare sempre occhiali a lenti scure soprattutto nelle ore più calde del giorno.
  • reazioni fotoallergiche e fototossiche: quali eruzioni cutanee dovute ad esposizione solare dopo o durante trattamenti con farmaci come antibiotici, cortisonici, antinfiammatori, ecc.

Come fare per proteggersi nel migliore dei modi?

Innanzitutto è fondamentale scegliere la crema con l’SPF più adatto al proprio fototipo, importante anche conoscere le esigenze della propria pelle: se sensibile, secca, mista, grassa, allergica, con acne, con couperose o tendente a manifestare macchie.
In questo è fondamentale la scelta di creme di qualità, con ingredienti ipoallergenici, sicuri e controllati, dotate di test dermatologici e di efficacia, che garantiscano una
protezione sia dai raggi UVA che UVB. È importante inoltre che le creme siano differenziate tra bambini e adulti, essendo la pelle dei bambini più sottile e sensibile.

Questi tipi di creme sono reperibili esclusivamente in Farmacia e necessitano della presenza del farmacista per la migliore dispensazione, soprattutto per i soggetti con
maggiori rischi e sensibilità cutanee.