Neoplasie della colecisti e delle vie biliari: quali sono e tutti i sintomi

Ecco quali sono le principali neoplasie della colecisti e delle vie biliari, quali sono i sintomi e quali sono le patologie più o meno gravi.

0
344
colecisti

Esistono alcune neoplasie della colecisti e delle vie biliari, che possono colpire raramente o in maniera diffusa gli adulti.

Esistono i colangiocarcinomi e gli altri tumori delle vie biliari che sono abbastanza rari (1-2 individui/100 000) e che sono di solito maligni. Il colangiocarcinoma nasce soprattutto nei dotti biliari extraepatici in regione perilare (tumori di Klatskin) o nella porzione distale dei dotti e nel restante fegato.

Oltre ai colangiocarcinomi vi è anche il carcinoma della colecisti, che tuttavia non è molto frequente (2,5/100 000). Si tratta di un disturbo più diffuso tra gli indiani americani, i pazienti con calcoli biliari di grandi dimensioni e quelli con estesa calcificazione della colecisti. Quasi tutti i pazienti sono portatori di calcoli biliari.

La terza neoplasia è costituita dai polipi della colecisti, che sono proiezioni della mucosa, sono benigni e solitamente asintomatici. La maggior parte ha dimensioni ridotte e la loro presenza è denominata “colesterolosi”. Altri polipi benigni possono essere gli adenomi e i polipi infiammatori.

Per quanto riguarda i sintomi, nel primo caso i pazienti soffrono di prurito e di ittero ostruttivo senza dolore. Nelle fasi iniziali della malattia, si sentono un vago dolore addominale, l’inappetenza e la perdita di peso. Altri sintomi sono la stanchezza, l’emissione di feci acoliche, una massa palpabile addominale, epatomegalia, o una colecisti distesa. Con il passare del tempo e con il progredire della malattia, si possono sentire dolori simili a quelli della colica biliare.

Il carcinoma della colecisti, invece, causa un dolore biliare che può essere alleviato tramite la colecistectomia. Altri sintomi della malattia in stadio avanzato sono il dolore costante, la perdita di peso, la massa addominale e l’ittero ostruttivo. Per quanto riguarda, invece, i polipi della colecisti, essi tendono a non causare particolari sintomi nei pazienti che ne sono affetti.

Nel caso in cui si percepissero uno o più sintomi, sarebbe indicato regarsi presso il medico curante per un controllo.