Malattia di Still: sintomi, cause e terapie da seguire

Ecco cos'è la malattia di Still, quali sono le cause di questa patologia, i sintomi e le terapie attualmente a disposizione.

1
723
malattia di still
foto di derneuemann

La malattia di Still è una patologia rara legata alla sfera delle malattie reumatiche. La caratteristica principale di questa patologia è l’associazione di febbre oltre i 39°C, ma non mancano le eruzioni cutanee durante i picchi di febbre, i dolori muscolari o alle articolazioni, l’ipertrofia dei linfonodi, l’iperleucocitosi (per lo più neutrofili polimorfonucleati) e le anomalie del metabolismo epatico.

Oltre ai già citati, possono manifestarsi altri sintomi, che tuttavia non sono sufficienti per stabilire la diagnosi, in quanto altre patologie (in particolare le infezioni o le malattie neoplastiche) possono avere sintomi simili. Per tale ragione, per riuscire a risalire alla malattia di Still si mette in atto un tipo di diagnosi detta di esclusione: solo quanto le altre patologie sono state definitivamente escluse è possibile confermare che il paziente sia affetto da questa precisa malattia.

Essendo una malattia rara, con sintomi diffusi, non è molto facile prevedere l’evoluzione della malattia. Gli svolgimenti, infatti, si riferiscono a un breve periodo, e un sintomo può anche presentarsi solo temporaneamente, per alcuni mesi o per anni. A volte si possono manifestare erosioni articolari (di questo sintomo se ne lamenta 1 paziente su 3).

Poiché non esiste una cura definitiva per la malattia di Still, è possibile seguire una terapia che ha due scopi: 1) limitare l’intensità dei sintomi; i farmaci più usati per questo obiettivo sono di solito l’aspirina e gli antinfiammatori non steroidei, che possono essere utilizzati all’esordio, anche quando la diagnosi non è ancora certa; 2) controllare l’evoluzione della malattia, attraverso l’uso di corticosteroidi, di methotrexate, della ciclosporina A e a volte anche delle immunoglobuline per endovena o degli inibitori del TNF alfa come l’Etanercept o l’Infliximab.

Nel caso in cui si temesse di essere affetti dalla malattia di Still, bisognerebbe mettersi in contatto con il proprio medico di famiglia, che consiglierà una visita specialistica e tutta una serie di esami ai quali sottoporsi.