Ecco cos’è l’artrite reumatoide e quali sono i sintomi della malattia

Cos'è l'artrite reumatoide, una malattia che ha dei sintomi ben precisi che tendono a manifestarsi in maniera simmetrica.

0
159
artrite reumatoide

L’artrite reumatoide è una malattia infiammatoria cronica autoimmune, la quale tende ad attaccare i tessuti articolari di una persona con un sistema immunitario che si attiva in maniera anomala. Il proprio organismo, infatti, invece di proteggersi dagli agenti esterni come i virus e i batteri, si attacca.

L’artrite reumatoide colpisce principalmente le piccole articolazioni, come le mani e i piedi: in realtà può coinvolgere ogni distretto dell’organismo, prendendo il nome di malattia sistemica. L’artrite si manifesta con l’infiammazione del tessuto sinoviale, che riveste le articolazioni coinvolte, causando un dolore cronico, le erosioni ossee, la distruzione della cartilagine e la perdita dell’integrità articolare.

L’origine dell’artrite reumatoide non è accertata, ma i ricercatori ritengono che, in individui geneticamente predisposti, sia sufficiente l’incontro con un agente scatenante: fattori ambientali come il fumo delle sigarette, i traumi, le infezioni, i fattori ormonali e l’obesità possono causare un’anomala attivazione del sistema immunitario.

L’artrite reumatoide si manifesta con articolazioni dolenti, gonfie, calde e arrossate, associate di solito a una rigidità mattutina prolungata. I primi sintomi si manifestano in maniera lieve, più raramente l’esordio è acuto e improvviso, con rapida comparsa di artrite.
Oltre alle mani, ai piedi e ai polsi, che sono i primi arti colpiti, possono essere interessate anche le spalle, le ginocchia e i gomiti.

Questi sintomi articolari dell’artrite reumatoide possono essere associate a manifestazioni sistemiche, come la febbre, la stanchezza, la perdita di peso, i dolori muscolari e gli arrossamenti cutanei. L’esordio avviene in maniera simmetrica: vengono colpiti, ad esempio, i due piedi e i due polsi in maniera identica. Risulta meno frequentemente, invece, l’esordio oligoarticolare, cioè l’irrigidimento di un arto in maniera asimmetrica.

Se si sospetta di essere affetti da artrite reumatoide, è necessario mettersi in contatto con il medico di base, che valuterà la possibilità di sottoporre il paziente a degli esami specifici presso uno specialista.