Smog. Uno studio ha rilevato la presenza di particelle nella placenta

E' stato presentato a Parigi, al Congresso internazionale della European Respiratory Society (Ers), da Norrice Liu, pediatra e ricercatrice clinica, e Lisa Miyashita, ricercatrice post-doc, uno studio che ha rilevato minuscole particelle di carbonio nella placenta di donne incinte a Londra.

0
97
Smog. Uno studio ha rilevato la presenza di particelle nella placenta
foto di Free-Photos

Con studi effettuati nel tempo, si è accertato che l’esposizione delle donne incinte all’inquinamento atmosferico è causa di parti prematuri. Basso peso alla nascita, mortalità infantile e problemi respiratori del neonato.

Una nuova ricerca ha dimostrato che respirare aria inquinata in gravidanza, permette alle  particelle di fuliggine di raggiungere la placenta attraverso il flusso sanguigno.

Gli studiosi hanno fatto l’esperimento su 5 donne incinte, residenti a Londra, che avevano programmato un parto cesareo al Royal London Hospital.

Sono state analizzate con un microscopio ad alta potenza, 3.500 cellule macrofagiche delle 5 placente. Ebbene, sono state scoperte piccole aree nere che i ricercatori ritengono essere particelle di carbonio.

Dall’esame dettagliato dei macrofagi con un microscopio elettronico, è stato riscontrato materiale costituito da minuscole particelle di carbonio.