Sedentarietà. Per limitarne i danni muoversi 2 minuti ogni mezzora

Uno studio pubblicato sulla rivista Sports Medicine da un gruppo di ricerca canadese-neozelandese, afferma che basterebbe alzarsi spesso dalla sedia e camminare un po' per ridurre i rischi causati dalla sedentarietà.

0
549
Sedentarietà. Per limitarne i danni muoversi 2 minuti ogni mezzora
CC0 Public Domain

Per restare in salute bisogna fare moto. Non occorre svolgere esercizi particolari, ma per evitare problemi cardiocircolatori occorre limitare la sedentarietà.

Oggi, purtroppo, sono molti i lavori che si svolgono da seduti e quindi si tende a condurre una vita molto sedentaria.

Alcuni studi affermano che basterebbe alzarsi ogni mezzora e muoversi per circa due minuti.

Un gruppo di ricerca canadese-neozelandese coordinato da Meredith C. Peddie dall’Università di Otago (Nuova Zelanda), afferma che dovremmo tutti impegnarci a stare meno seduti e a muoverci di più.

Con questa sana abitudine ridurremmo i livelli ematici di glucosio e quelli dell’insulina, aiutando a prevenire il diabete di tipo 2 e a restare in salute.

Sono state messi a confronto i risultati di ben 44 indagini internazionali che avevano indagato gli effetti metabolici e vascolari della sedentarietà prolungata e della sua interruzione.

Ebbene, è stato scoperto che “spezzare” il tempo che si trascorre seduti alzandosi ogni 30 minuti potrebbe ridurre i danni causati dall’inattività.