Prolasso utero-vaginale. Effettuati i primi interventi di protesi in Calabria

Nell’Ospedale di Lamezia Terme sono stati effettuati i primi interventi protesici di prolasso utero vaginale.

0
411
prolasso

Si è svolto per la prima volta in Calabria un intervento chirurgico di protesi per prolasso utero-vaginale. Ha avuto una durata di 11 ore per trattare tre casi di grave di prolasso utero-vaginale di quarto grado.

Gli interventi protesici ben riusciti e risolutivi del problema, sono stati eseguiti nel Presidio Ospedaliero “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme da tre equipe operatorie che possono ritenersi più che soddisfatti.

Le cause di questa condizione possono essere ereditarie, ma anche dovute alle numerose gravidanze, al sovrappeso, alla menopausa, all’utero retroverso o a precedente isterectomonia radicale.

E’ sicuramente una condizione invalidante sia dal punto di vista fisico che psicologico. Può generare problemi di incontinenza urinaria e fecale. Di conseguenza, ricorrere alla chirurgia diventa indispensabile. Con questo traguardo ottenuto, si può ritornare a condurre una vita normale.