Paracetamolo in gravidanza. A rischio la salute del bambino.

Uno studio fa chiarezza sulla possibile relazione tra uso prolungato del paracetamolo e i rischi per il bambino di soffrire di problemi neurologici.

0
533

Gli studiosi della Facoltà di medicina dell’Hebrew University hanno condotto degli studi sulla eventuale associazione tra l’uso prolungato del paracetamolo in gravidanza e il rischio per il bambino di essere affetto da disturbi dello spettro autistico e di disturbo da deficit di attenzione/iperattività.

Questa ricerca ha coinvolto 132.738 coppie di neo-mamme e i rispettivi figli che sono stati seguiti dall’età di 3 anni fino agli 11 anni.

Ebbene, l’analisi ha dimostrato che i figli di coloro che durante la gravidanza avevano fatto uso eccessivo del paracetamolo, hanno aumentato del 30% il rischio di ADHD e del 20% del rischio di ASD, rispetto a coloro le cui mamme non assumevano paracetamolo in gravidanza.

Per non creare allarmismi, affermiamo che questo farmaco è utile alla gestante per combattere febbre e dolore, ma come qualunque altro medicinale deve essere assunto con cautela e sempre dietro prescrizione medica.