Occhio bionico. Impiantato per la prima volta al San Raffaele di Milano

E' stata sottoposta a questo delicato intervento una 50enne divenuta cieca a causa di una malattia ereditaria.

0
251
occhio bionico

Una paziente di 50 anni divenuta cieca a causa di una malattia ereditaria, la retinite pigmentosa è stata sottoposta a questo delicato intervento che è durato 11 ore.

E’ stato impiantato un microchip in grado d’ inviare stimoli visivi, mediante impulsi elettrici che arrivano al nervo ottico e al cervello.

Con l’intervento ben riuscito, la donna è stata in grado di vedere luci e ombre e distinguere la notte dal giorno. Pian piano è stata abituata a vedere, aiutata dalla memoria delle immagini che aveva incamerato nel cervello prima della cecità.

Finito il decorso post-operatorio e riassorbito l’edema, il chip è stato attivato per dare l’impulso alla retina che ha permesso alla paziente di tornare a vedere di nuovo.