Longevità. Un nuovo studio ribalta tutte le convinzioni

Una ricerca italiana, pubblicata su “Science“ e condotta nell’Università La Sapienza di Roma, ha concluso che la soglia della longevità è 105 anni, ma oltre questo limite non si sa mai che può accadere.

0
132
Longevità. Un nuovo studio ribalta tutte le convinzioni
foto di ubnasarigat

La ricerca è stata condotta tra il 2009 e il 2015 su 4.000 italiani ultracentenari.

La coordinatrice della ricerca, Elisabetta Barbi, del dipartimento di Statistica della Sapienza, ha spiegato all’ANSA:

“Se esiste un limite biologico alla vita umana questo non è ancora diventato visibile o non è stato raggiunto”.

E’ stato verificato che il rischio di morte accelera velocemente con l’età, fino a 80 anni, per poi decelerare fino ai 105 anni e restare costante dopo questa età.

Di conseguenza, diventa difficile poter stabilire la durata della vita umana.

La ricercatrice aggiunge, inoltre, che la scoperta di questa soglia è importante per comprendere i meccanismi alla base della longevità umana e gli sviluppi futuri delle teorie dell’invecchiamento.

Da questa ricerca emerge anche che le nuove generazioni avranno livelli di mortalità più bassi e questo dato assieme al precedente, fa ben sperare che in futuro ci saranno molti ultracentenari.