Disturbi dell’apprendimento. Fare una diagnosi veloce è necessario

Il Miur ha censito per l'anno 2016/2017, 254.614 bambini con disturbi specifici dell'apprendimento. Una diagnosi precoce è importante per aiutarli a lavorare a scuola e a casa senza disagio.

0
187
Disturbi apprendimento. Fare una diagnosi veloce

Oggi, molti bambini sono affetti da disturbi dell’apprendimento che spesso non sono scoperti subito. Di conseguenza, restano indietro rispetto ai loro compagni di scuola e ne va di mezzo la loro autostima.
Le insegnanti, con la collaborazione dei genitori devono indirizzare i bambini verso specialisti del settore, neuropsichiatra infantile, psicologo e assistente sociale,  per poter capire le problematiche del bambino.

Nel caso di disturbi dell’apprendimento, come la dislessia e la discalculia, basta una certificazione che attesti la situazione reale del bambino.

Come dichiara Stefano Vicari, responsabile dell’Unità operativa complessa di neuropsichiatria infantile dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, i bambini con dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia che si scopre verso i 7/8 anni, perciò in terza elementare, hanno bisogno di essere aiutati con strumenti compensativi. Ad esempio, la calcolatice per i discalculi o la tastiera e gli audiolibri per i dislessici.