Camminata veloce. Agisce come un farmaco per i cardiopatici

Sono i risultati dello studio italiano che hanno evidenziato i benefici della camminata veloce

0
150

E’ stato accertato da uno studio che la camminata veloce è un potente alleato e “spia” della salute dei cardiopatici, infatti, chi ha questa sana abitudine si ricovera di meno.

La ricerca, firmata da Carlotta Merlo e dai suoi colleghi dell’Università di Ferrara, è stata presentata a Lubiana a ‘EuroPrevent 2018′, Congresso dell’European Society of Cardiology (Esc), e pubblicata sull’European Journal of Preventive Cardiology.

E’ stato condotto uno studio per 3 anni su 1.078 pazienti ipertesi, l’85% dei quali aveva anche una malattia coronarica e il 15% una valvolare.
Hanno preso l’abitudine di camminare ogni giorno a un’intensità moderata, per almeno 1 chilometro.
Sono stati poi suddivisi i pazienti fra quelli con una camminata più veloce, da quelli intermedi e infine i più lenti.

Ebbene, i risultati hanno evidenziato i benefici della camminata veloce.