Bellezza. Con i ritocchi nelle foto si è scatenata la psicosi della perfezione

Oramai nessuno riesce a sottrarsi dall'utilizzo dei filtri sulle proprie foto, prima di inviarle e così medici e ricercatori lanciano l'allarme.

0
146
Bellezza. Con i ritocchi nelle foto si è scatenata la psicosi della perfezione
foto di geralt

Denti perfetti, viso luminoso e assenza totale di ogni macchia, nonostante sia la foto di una cinquantenne. Ecco che si scatenano i “mi piace” e tutti per un solo istante ci sentiamo ritornare indietro nel tempo a quando eravamo freschi e belli.

Nessuno ormai sa più fare a meno dei programmi di filtraggio, ma ricercatori e medici americani lanciano l’allarme.

“Non riuscire più a inviare un selfie senza ‘filtrarlo’ o senza ritoccare anche solo il colore dei denti favorisce disturbi psicologici e spinge al ricorso alla chirurgia estetica”.

Ciò che un tempo era un’esigenza delle star, è divenuta un’abitudine di tutti, forse perché proprio loro ci hanno fatto sognare con i loro visi perfetti e senza rughe fino agli anta.

Gli psicologi, però spiegano che queste immagini modificate possono avere un impatto sull’autostima, facendoci avere una percezione distorta della realtà.

Temiamo i nostri difetti e di ciò che gli altri possano pensare di noi.

Questa patologia è classificata fra i disturbi ossessivo-compulsivi, che inducono fin da giovanissimi a ricorrere al bisturi.