Alzheimer e psoriasi. Una giovane catanese vince il bando “La Ricerca in Italia: un’Idea per il Futuro”.

Sono stati finanziati per il 2018 due progetti dalla Fondazione Lilly. Vanno a favore dell'Alzheimer e delle patologie della pelle, come il melanoma e la psoriasi. Vince il bando una giovane Catanese.

0
154
Alzheimer

Presso l’Auditorium del Ministero della Salute, è stato presentato il vincitore della borsa di studio “La Ricerca in Italia: un’Idea per il Futuro”, promossa dalla Fondazione Lilly.

All’evento ha partecipato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. L’argomento centrale è stato la psoriasi con la vincitrice del bando per il 2017, la giovanissima ricercatrice Anna Elisa Verzì, dell’Università di Catania.

Sta studiando una tecnica per stabilire la durata ottimale della terapia, simile a quella del melanoma applicabile anche in caso di psoriasi.

Anche l’Alzheimer è stato l’altro punto cardine dell’incontro. Si tratta di una malattia che interessa molte famiglie. Sono, infatti, quasi tre milioni le persone colpite.

Per quest’anno, verso questa malattia, la Fondazione Lilly ha deciso di impegnarsi con un cofinanziamento del progetto “Interceptor”.

La Ricerca permette a tante famiglie di ricevere un aiuto per poter affrontare la malattia in condizioni migliori, dando al malato una dignità. Inoltre, si spera di poter trovare delle soluzioni preventive della malattia.

Sosteniamo la ricerca per il nostro futuro.