GAG: In cosa consiste questa particolare disciplina fitness

Ecco in cosa consiste il GAG e quali sono i principali punti del corpo che tende ad allenare. Amato dalle donne, irrobustisce i muscoli dei glutei, dell'addome e delle gambe.

0
215
gag

Si tratta di una delle discipline di fitness più amate dalle donne, in quanto non coinvolge la parte superiore del corpo, che si mantiene così asciutta e sottile, ma ha il fine di irrobustire le gambe, l’addome e i glutei.

Dall’iniziale di queste tre parti del corpo nasce l’acronimo GAG, che indica un allenamento mirato a rinforzare e a tonificare queste tre aree e in particolare la parte inferiore del corpo. Si tratta di una serie di esercizi, da eseguire soprattutto in piedi o in ginocchio, ma anche a terra, con l’ausilio di strumenti come pesi e rialzi.

Il GAG è costituito da ripetizioni di movimenti più o meno complessi, che si dividono in categorie e in difficoltà a seconda del livello di esperienza delle persone che lo praticano e della loro condizione fisica.

Gambe
Gli eserciti più praticati sono gli affondi, che hanno il fine di irrobustire i muscoli delle cosce e delle gambe, aiutando anche il gluteo a mantenersi tonico. Gli affondi si possono praticare a corpo libero all’inizio, dopo di che si può passare all’utilizzo di pesetti che creino una resistenza al movimento, in modo da allenare ancor di più la muscolatura. Un altro esercizio amatissimo è sicuramente lo squat.

Addome
Tra i preferiti da chi pratica gag vi è sicuramente il crunch, che si pratica sdraiati supini con le gambe piegate e con le braccia lungo i fianchi. Si solleva lentamente il busto espirando, e lo si riporta a terra inspirando. Un altro esercizio praticato è quello di flessione laterale delle gambe. Si pratica sempre a terra, con un appoggio fisso posizionato oltre la testa a cui aggrapparsi con le mani tenendo le braccia tese; si sollevano le gambe per allenare la parte bassa dell’addome.

Glutei
Per allenare i glutei si pratica in particolare un esercizio di distensione delle gambe all’indietro, ponendosi nella posizione “a quattro zampe”, per distendere e sollevare le gambe all’indietro in maniera alternata. Anche lo step è perfetto, perché permette lo sviluppo della muscolatura dei glutei.