Emorroidi: cause e sintomi della fastidiosa malattia emorroidaria

Cosa sono le emorroidi, quali sono le cause della malattia emorroidaria e i sintomi con il quali questa patologia tende a manifestarsi.

0
279
emorroidi cause sintomi

Le emorroidi sono delle strutture vascolari del canale anale, in grado di mantenere la continenza fecale. Talvolta possono infiammarsi e gonfiarsi, dando vita a una sindrome chiamata malattia emorroidaria, ma che nel linguaggio comune è nota con il loro stesso nome, emorroidi.

Purtroppo, la scienza non ha ancora dato una risposta alla causa delle emorroidi sintomatiche. Si pensa che potrebbero essere provocate dalla mancanza di esercizio fisico, da fattori nutrizionali (una dieta povera di fibre), da un aumento della pressione intra-addominale (sforzo prolungato, ascite, presenza di una massa intra-addominale o di una gravidanza), dalla genetica, dall’assenza di valvole all’interno delle vene emorroidarie e dall’invecchiamento.

Altre cause potrebbero essere l’obesità, una vita eccessivamente sedentaria, la tosse cronica e la disfunzione del pavimento pelvico. In passato si riteneva che causa delle emorroidi fossero la stipsi associata alla defecazione di feci dure: oggi, invece, questa teoria è stata smentita dagli studiosi. Ulteriori cause potrebbero essere la pressione del feto sul ventre e i cambiamenti ormonali durante la gravidanza, che ingrandirebbero i vasi emorroidari.

Esistono due tipi di emorroidi: quelle interne e quelle esterne. Alcuni soggetti possono soffrire in combinazione di tutte e due. Di solito le emorroidi si presentano con un sanguinamento, che non risulta mai abbastanza significativo da provocare anemia o da mettere il soggetto in pericolo di vita.

Le emorroidi non trombotiche non sono molto dolorose, a differenza di quelle trombotiche, che invece causano dolori per 2 o 3 giorni dalla comparsa. Il gonfiore, invece, diminuisce nel corso di un paio di settimane, mentre anche dopo la guarigione tende a rimanere un’escrescenza di pelle. Nel caso in cui si tratti di emorroidi di grandi dimensioni, queste possono causare irritazioni alla pelle circostante.

Le emorroidi interne, invece, si presentano indolori, di colore rosso vivo e con sanguinamento che si verifica durante i movimenti intestinali e che si manifesta lungo il retto. Anche le emorroidi interne sono dolorose nel caso in cui siano trombotiche o necrotiche.