Pitiriasi rosea di Gibert: cause e trattamento della dermatosi

Ecco quali sono i sintomi della Pitiriasi rosea di Gibert e quali sono le possibili cure di questa patologia che colpisce la pelle.

0
1666
pitiriasi rosea di gibert

La pitiriasi rosea di Gibert è una dermatosi benigna. Dermatosi perché colpisce la pelle, specialmente quella che va dal collo ai fianchi (arti superiori compresi) e benigna perché segue un decorso spontaneo, in cui non tende a peggiorare la propria sintomatologia.

Prende il nome dal francese Camille-Melchior Gibert (1797-1866), colui che la prima volta la descrisse nel 1860. La pitiriasi rosea tende a colpire soprattutto soggetti giovani (10-35 anni, negli ultimi anni però si sono verificati casi anche in età più avanzata), per lo più nei mesi primaverili e autunnali.

La causa della pitiriasi è in realtà sconosciuta. Si pensa che alla base possa esserci una possibile infezione virale oppure una riattivazione di una infezione da herpes virus (in particolare i ceppi 6 e 7), noti per poter causare la roseola infantum durante l’infanzia.

La malattia compare senza nessun tipo di malessere: le uniche manifestazioni che si hanno sono quelle cutanee. Le macchie colpiscono il busto, gli arti superiori e il cuoio capelluto; più raramente invece il volto, gli arti inferiori, e i genitali. Inizialmente si forma una prima chiazza rossa, detta chiazza madre: è più grande rispetto alle altre e compare all’improvviso, in una zona del corpo particolarmente secca ed esposta a polveri e ad altre sostanze in modo ripetuto.

Lungo la chiazza madre si formano anche delle lesioni definite “a medaglione”: si tratta di piccoli tagli di forma ovalare con eritema e desquamazione, i limiti sono netti e i bordi della lesione sono appena rilevati. A seguito della formazione della chiazza madre, compaiono anche delle macchie figlie, più piccole che maturano a loro volta fino a scomparire sotto la presenza della chiazza madre, che sarà invece l’ultima a guarire.

Contro la pitiriasi rosea di Gibert non esiste una vera e propria terapia. Regredisce in modo spontaneo, quindi è assolutamente sconsigliato l’utilizzo di farmaci che di solito si adoperano per accelerare la guarigione di herpes, dermatiti, infezioni e altre manifestazioni cutanee. Più che altro si consigliano l’uso di detergenti a pH leggermente acido, e con elevata idratazione.