Come curare e ristrutturare i capelli dopo una decolorazione

Hai applicato il decolorante i tuoi capelli e ora hai bisogno di correre ai ripari? Ecco alcuni rimedi per curare e ristrutturare i tuoi capelli dopo la decolorazione.

0
287
capelli secchi

Quante donne desiderano avere i capelli più chiari della tonalità naturale che portano da tutta la vita? Molte, probabilmente la maggior parte. Per questo si sottopongono alla decolorazione, un trattamento chimico che consente alla chioma di schiarire anche di parecchie tonalità, purtroppo danneggiando i capelli in maniera irreversibile.

Sì, irreversibile, perché la decolorazione brucia letteralmente il capello, privandolo per sempre di tutte le sostanze nutritive che contiene e che gli consentono di essere voluminoso, definito, setoso, poco poroso e visibilmente sano.

Dopo una decolorazione, quindi, è necessario curare i propri capelli in modo tale che non si spezzino e che non assumano la consistenza della paglia. Per curare e ristrutturare i capelli dopo una decolorazione è necessario sicuramente tagliarli più spesso del solito, almeno una volta al mese di un centimetro circa. Così facendo si eviterà l’insorgenza delle doppie punte, che portano le ciocche a spezzarsi man mano fino ad arrivare alle radici.

Altra cosa da fare è applicare delle maschere ristrutturanti e nutrienti: le migliori sono quelle naturali e a base di oli (olio di mandorle, di semi di lino, di cocco, di ricino, di avocado). Si può procedere anche applicando l’hennè neutro, una sostanza naturale che fortifica il capello senza tingerlo.

Importantissimo è anche evitare di utilizzare fonti di calore aggressive come le piastre e i ferri troppo caldi, che accelererebbero il processo di degenerazione dei capelli. Evitare anche di legare i capelli frequentemente e di realizzare delle acconciature troppo strette.

Dopo una decolorazione più o meno aggressiva bisogna aspettare almeno due settimane prima di realizzarne un’altra. In realtà, per consentire ai capelli di sanarsi bisognerebbe aspettare almeno 5 o 6 mesi, in modo che non si danneggino troppo e si limitino i rischi causati da questo trattamento chimico molto amato dalle donne, che però rovina i capelli più sottili e delicati.