Dolore alle ossa: Curare questa sensazione con l’alimentazione

Ecco quali sono i principali alimenti da inserire in una dieta atta a contrastare il dolore alle ossa, in fastidio che tende ad aumentare con l'avanzare dell'età.

0
631
dolore alle ossa

Il dolore alle ossa può essere fastidioso e spesso anche insopportabile. Quando dietro a questo malessere non si nascondono patologie gravi, il mal di ossa si può curare facilmente anche a tavola.

Per prevenire l’usura di ossa e cartilagini, che avviene sempre di più con l’avanzare dell’età, bisogna infatti cercare di tenere a bada la glicemia, consumando per la maggior parte cibi che giovano da questo punto di vista alla salute. Molto importante è, per iniziare, inserire alimenti ricchi di fibre all’interno di ogni pasto. Ottimi quindi i carciofi, il farro, i fagioli azuchi, il sedano, i germogli di crescione e l’aglio, alimenti ricchi di acqua, del resto, perfetti per ristabilire la corretta diuresi.

Altri elementi da inserire nella propria dieta sono sicuramente quelli antiossidanti, da mangiare sia a colazione che a pranzo e cena: si tratta di cavoli, di broccoli, di pere, di frutti di bosco, di melagrana, di olio extravergine d’oliva e di sciroppo d’acero.

Essenziale è anche aggiungere l’Omega 3, che ha il fine di contrastare l’infiammazione e il dolore: perfetti sono la frutta e la verdura in abbondanza, in particolare la cipolla rossa, l’ananas e la mela, ma anche i semi di lino, le spezie e il tè verde.

Ottimi sono anche i cibi alcalinizzanti, come l’acqua non gassata, con pH superiore a 7,5, le alghe (tra le tipologie esistenti, le migliori risultano dulse e kombu) e il miso. In generale bisogna cercare di evitare alimenti quali la carne, il formaggio, il latte, il tuorlo d’uovo e di limitare il pesce a un paio di volte alla settimana.

Bisogna naturalmente ridurre lo zucchero, mentre vanno previsti i legumi e i carboidrati complessi apportati dai cereali integrali (il miglio, il bulgur, il grano saraceno, la pasta e il riso) e gli alimenti ricchi di minerali e vitamine, come banana, sorgo e mandorle.