Colesterolo alto: gli alimenti da evitare e da mangiare per abbassarlo

Man mano che si va avanti con l'età è necessario tenere sotto controllo alcuni parametri come quelli del colesterolo. Se è troppo alto, va sicuramente adeguato il proprio regime alimentare.

0
792
colesterolo alto

Se dopo un controllo ematologico si riscontra il colesterolo alto, è bene adeguare il proprio regime alimentare a tale risultato per evitare qualsiasi tipo di complicazione. Per tale ragione ecco una serie di alimenti che è bene introdurre nella propria dieta o evitare se si vuole abbassare il colesterolo troppo alto.

Alimenti da evitare

Tra gli alimenti da evitare compaiono sicuramente quelli di origine animale. Quindi le carni rosse e i grassi, quali lo strutto, il burro e il lardo. Da evitare sono anche gli insaccati grassi (il salame, la soppressa, la pancetta), le frattaglie e le interiora (il fegato, il cervello, il rognone, il cuore). Necessario è eliminare anche i derivati del latte intero, come la panna, lo yogurt intero, i formaggi stagionati e particolarmente ricchi di grassi (il gorgonzola e il taleggio). Compresi anche alcuni pesci, come l’anguilla, e i crostacei, come le aragoste. Inutile dire quanto facciano male le salse come la maionese o la salsa rosa.

 

Alimenti da consumare

Tra gli alimenti da consumare in caso colesterolo alto compaiono, invece, la frutta di stagione e la verdura, prodotti che non devono mai mancare nelle nostre case, perché sono in grado di apportare le vitamine, i sali minerali e gli antiossidanti. Ideali sono anche i cereali integrali e i legumi, da consumare almeno quattro volte alla settimana: costituiscono una fonte proteica alternativa alla carne. Se la carne rossa andava evitata, la carne bianca invece è ottima, soprattutto quella magra. Il pesce va consumato almeno tre volte alla settimana, specialmente quello azzurro, che è ricco di Omega 3. Si possono consumare i latticini, ma a patto che siano magri (lo yogurt, i formaggi freschi) ma non più di due volte a settimana. I condimenti andrebbero evitati, mentre va bene privilegiare sempre l’olio extra vergine di oliva, specialmente se aggiunto a crudo nelle pietanze.